giovedì 19 marzo 2009

Se il buon giorno si vede dal mattino...

giovedì 19 marzo 2009
Questa mattina il mio risveglio è stato come quello da un coma...un sonno profondissimo, che però sembra non aver saziato la mia pigrizia.
Sapete, si dice che quello che fa la differenza tra un artista e chiunque altro stia nel fatto che l'Artista si sveglia al mattino con uno scopo, che poi è lo scopo della sua intera esistenza.
Credo sia sempre stato così anche per me, intendiamoci, non è che io stia qui ad autoincoronarmi! Semplicemente mi rendo conto che ogni singola scelta della mia esistenza è stata attentamente ponderata, per una sola finalità.

Il fatto è questo, stamattina forse il mio lato oscuro è tornato a bussare alla mia porta, e aprendo gli occhi ne sono stata assalita...
Ho 25 anni, ormai, nonostante sia sempre stata orgogliosa della mia presunta "indipendenza" intellettuale mi rendo conto di quanto cozzi con lo stato delle cose. Credo di non aver raggiunto nessun traguardo meritevole, per me stessa. Penso che se avessi potuto frequentare il corso di laurea che ho sempre sognato non mi ritroverei a trascinarmi un piano di studi di cui non mi interessa quasi nulla. Penso che se la meritocrazia abitasse su questa terra riuscirei ad avere uno straccio di stipendio, forse non dovrei avere a che fare con certa gente. Penso che tutto questo sia tremendamente inutile paragonato ai fantasmi con cui combattono persone a me care...
vorrei essere forte, come mi vede Sandra, che si aggrappa alle mie parole cercando in esse quella forza che forse no ha.

4 commenti:

lozirion ha detto...

Wow! Risveglio pieno di pensieri!....

Bè, io credo che la forza dell'artista non è alzarsi con lo scopo della sua esistenza in testa e realizzarlo, io credo che un'artista faccia l'esatto contrario, e cioè si alza senza nessuna idea, di quel che farà o di quel che vuole fare, e poi prende quel che gli capita come uno spunto, magari quella cosa che aveva sempre odiato diventerà il suo scopo, magari anche no, però perchè non provarci?....

Secondo me dovresti provare a vederla così.... Una volta ho sentito una frae che forse ti può essere utile.... "Felicità non è fare sempre ciò che si vuole, ma volere sempre ciò che si fa".... :)

Sara ha detto...

Si, in parte sono d'accordo con te. E' vero che gli spunti nascono un po' da quello che capita, sicuramente da quello che percepisco (almeno per me).
Però attenzione...lo "scopo" di cui parlo è far musica, il bisogno di sedersi alla tastiera...o di suonare un riff di basso, non un tour mondiale ;)
Per il resto...ti garantisco che "l'odio" a cui sono arrivata è giunto a questo livello con gli anni, e temo non cambierò idea...ciò non toglie che ci provi lo stesso :P

Bellissima la frase, grazie!!!

dox ha detto...

quanto cazzo scrivi?

Sara ha detto...

eh... un po' :P