lunedì 12 gennaio 2009

Riflessioni serali

lunedì 12 gennaio 2009
Una splendida serata trascorsa con gli amici, per festeggiare la mia dolcissima Stefania...guido verso casa, il mio amore al mio fianco...un pensiero fisso.
Giunta a casa, continuo ad annegare tra i miei pensieri.
Noto che una persona mi ha lasciato due pareti piene di libri, che forse non riuscirò a leggere in tutta una vita, proposito che tacitamente spero di portare a termine.
Ho due ripiani pieni di vinili da catalogare, questa è una promessa e va mantenuta.
Mi rendo conto di avere tutti i suoi difetti, e forse nemmeno un pregio.
Forse quanto lui sono una persona razionale... ma che spesso si lascia guidare dall'istinto. Istinto che non va costretto o snaturato, cosa che purtroppo capita a molti coi tempi che corrono. Chi mi conosce bene sa come reagisco quando mi sento mancare l'aria, quando qualcuno o qualcosa mi costringe...
Cambio direzione, o sparisco, senza dire una parola.
Oppure, faccio di testa mia (cosa più probabile).
Credo di trovarmi in una situazione del genere.

Voi cosa fareste...mettendo sul piatto della bilancia ragione e sentimento, quello che sentite nelle viscere e quello che è più comodo, quello in cui vi riconoscete o quello che conviene...o converrebbe, secondo alcuni?
Sono una testarda, ostinata, rompicoglioni, isterica...ma sicuramente sempre onesta, una che ha sempre preferito dire un'amara verità ad un'innocente bugia. Sicuramente non sono mai stata una "paracula" come direbbe Fed, o una ruffiana.
Ho sempre preferito sbagliare, ma con la mia testa, rimanendo me stessa.
Forse questa volta sbaglio tutto, forse ho sempre sbagliato tutto, ma il coraggio non mi manca, anche se dovrò prendermi delle responsabilità.

Incredibile come il mio amore riesca sempre a leggermi dentro, anche quando non lascio trapelare nulla, e sappia poi ricondurmi sul mio cammino.


Ciliegina sulla torta...non avrei voluto accendere il computer, se non per scrivere qualche riga.
Ora, mi spiegate perchè esistono persone il cui relazionarsi con la sottoscritta sembri procedere esclusivamente mediante la seguente procedura, nell'ordine:
- prima considerarmi pari a nullità
- poi controllarmi morbosamente
- segretamente ammirarmi
- ed infine denigrarmi?

E' un meccanismo circoscritto ad un determinato gruppo di persone, vi giuro, va al di là della mia comprensione. Non escludo che quel qualcuno stia perfino leggendo queste righe, e ad ogni modo sti gran cazzi! (Tanto per essere eleganti).

Poco male, tutti futuri clienti di Martina :)

1 commenti:

martina ha detto...

day after day day after day day after day day after day day after day day after day day after day day after day day after day day after day